Gesa CAI

Gesa CAI Milano

Gesa CAI

Sottosezione CAI Milano – Quartiere Gallaratese

29-30 Giugno > Gran Paradiso 4061mt

Attività Sociale ALPINISMO

NB: Uscita da confermare in base alle previsioni meteo e/o innevamento
La conferma gita verrà comunicata per SMS/WhatsApp ai partecipanti iscritti

Ascensione classica che si svolge nel cuore del parco nazionale del Gran Paradiso. Unico 4000 completamente in territorio italiano che offre paesaggi meravigliosi fra i più suggestivi dell’intera Valle d’Aosta.
La salita al Gran Paradiso è ideale per l’escursionista che vuole fare la sua prima esperienza su ghiacciaio e in alta montagna.

Accesso: Per arrivare a Pont Valsavarenche, prendere l’autostrada Torino-Aosta, uscire ad Aosta o Villeneuve, risalire la statale fino a Villeneuve, quindi attraversare un ponte e dal centro di Villeneuve continuare a risalire la valle fino ad un bivio, prendere per la Valsavarenche e continuare fino al termine della strada dove si trova un parcheggio.

Descrizione salita: Via normale al Gran Paradiso dal rifugio Vittorio Emanuele II.

Itinerario in due giorni, dei quali il primo di accesso al rifugio (m.700 di dislivello) e il secondo di salita alla cima e rientro in fondovalle (dislivello in salita: m.1.329; dislivello complessivo: m.3.001).

Punto di partenza é il parcheggio di Pont, al termine della Valsavarenche.

1° giorno

Dal parcheggio (m.1.960) si attraversa subito il torrente Savara che si costeggia per una quindicina di minuti fino a prendere il sentiero che sale ripido sulla sinistra e che in un paio d’ore complessive ci porta al rifugio Vittorio Emmanuele II

PERNOTTAMENTO MEZZA PENSIONE (Soci CAI)  €. 53,00  CAMERA       €. 47,00  DORMITORIO

2° giorno

Dal rifugio seguire gli ometti che in direzione N-O ci immettono nel vallone. Due sono i tracciati possibili in questo punto. Il più facile, più a monte, è di notte di non facile individuazione, in alternativa seguire quello in basso che corre lungo il torrente.

Il vallone termina nel punto ove normalmente inizia il ghiacciaio e dove con comodità si può attrezzare la cordata.

Si segue il ghiacciaio prima tenendosi al centro e poi sulla destra.

Si prosegue in direzione S-E e poi E lungo la dorsale nevosa detta schiena d’asino, fino a portarsi ai piedi della Becca di Moncorvè (quota m.3.880).

Da qui si prosegue alti sul ghiacciaio con una curva verso N in direzione della cima.

Prima dell’ultimo risalto si supera la crepacciata terminale.

Di solito molto agevole, viene altrimenti attrezzata con delle scalette. Si prosegue lungo il crinale in direzione di un breve e delicato tratto roccioso (II grado) che ci porta sulla cima evidenziata dalla statua della Madonna (m.4.050).

In realtà questa non é la vetta principale del Gran Paradiso, la quale (m.4.061) si trova invece evidente poche decine di metri più avanti.

Discesa: Il rientro é per lo stesso percorso di andata.
Partenza: Pont Valsavaranche (q. 1960 m)
Abbigliamento: Adeguato all’uscita e stagione
Attrezzatura: PICCOZZA – RAMPONI – CASCO – IMBRAGATURA – CORDA  (in base alle cordate) 

ISCRIZIONI :  Presso la sede G.E.S.A.-C.A.I.
                      REFERENTE : SMS / WhatsApp   Luis 34808555049
                      e.mail: infogesacai@gmail.com

CHIUSURA ISCRIZIONI >  TERMINE UTILE ISCRIZIONI IL 30 MAGGIO

QUOTE ISCRIZIONI  : Soci G.E.S.A.-C.A.I. €. 6,00  #  Soci C.A.I. €. 10,00  

Ritrovo/Partenza:  via G. Quarenghi ang.via E. Kant dove c’è la chiesa Regina Pacis ore: 8:00

La gita si effettuerà con auto proprie; ciascun passeggero dividerà le spese A/R con il proprio autista

Il G.E.S.A.-C.A.I. si riserva la facoltà di modificare itinerari ed orari -a suo insindacabile giudizio ed anche in corso di gita- ove particolari circostanze lo rendessero opportuno.

    Il G.E.S.A.-C.A.I DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ PER IL CASO DI INCIDENTI AI PARTECIPANTI

Print Friendly, PDF & Email

,

No comments yet.

Lascia un commento