Traversata CRESTA di PIANCAFORMIA e/o Traversata BASSA GRIGNA – 24 Febbraio 2019

24 Febbraio 2019

1° Opzione :            Traversata CRESTA di PIANCAFORMIA                                                                  NB. in base alle condizioni di innevamento e/o meteo la gita potrebbe subire variazioni di programma

La lunga cresta Nord-Ovest della Grigna Settentrionale, conosciuta come cresta di Piancaformia, prende piede poco oltre la Bocchetta di Prada e conduce al rifugio Brioschi.   Impegnativa ed esposta, si sviluppa in una serie di saliscendi per un totale di 600mt. di dislivello.

Accesso: Si raggiunge da Esino Lario la località CAINALLO; arrivati al Rifugio Cainallo (colonnina/tiket per il parcheggio), si prosegue per circa una cinquantina di metri più sopra parcheggiando nell’ampio parcheggio.

Itinerario: Dall’ampio parcheggio, si percorre il sentiero segnalato per i rifugi Bietti-Buzzi-Bogani.

Giunti ad un bivio si piega a destra seguendo le indicazioni per il rifugio Bietti-Buzzi.   Poco dopo aver scollinato, nei pressi del bivacco-cappella (1600mt.), si prende il sentiero che sale dritto un crinale con indicazioni per la cresta di Piancaformia fino alla bocchetta che collega il rifugio Bogani e Bietti-Buzzi.  Risalire il pendio che conduce alla cresta vera e propria.

Dopo il primo tratto di sentiero, si inizia a percorrere la cresta vera e propria con passaggi ‘divertenti’ e mai difficili.   Con diversi sali-scendi e dopo aver superato la Bocchetta del Guzzi (2160mt.circa), si giunge al tratto finale più impegnativo ed esposto che però si può evitare ricongiungendosi alla Via della Ganda che sale lungo il versante Nord, infine si giunge  alla cappelletta e al Rifugio Brioschi 2410mt.

Nota tecnica: A seconda dell’innevamento si possono compiere delle brevi varianti solitamente abbassandosi sul versante della Via Ganda.   Invece con neve stabile e sicura si sale lungo il filo di cresta (con possibili passaggi di II e III).

Quota di partenza: 1250m.   Quota di arrivo: 2410m.   Dislivello: 1160m.

Tempi di percorrenza: 4,30/5,00 ore >solo salita e in base alle condizioni di innevamento.

Difficoltà: F+ / PD (in base alle condizioni di innevamento).

Attrezzatura: Picozza- Ramponi- Casco- imbragatura (extra: moschettoni- chiodi/ghiaccio- cordino-                                         corda 30mt.

Abbigliamento: Adeguato alla gita e stagione.

Iscrizioni: Presso la sede G.E.S.A.-C.A.I. in via E.Kant n.8 -20151 Milano, il Giovedì sera dalle ore                                    21,00 alle ore 22,30 o in alternativa per SMS al n. 339.4898386 >Umberto                                                          Termine iscrizioni entro le ore 22,30 il Giovedì precedente alla gita.

Quote di partecipazione: Socio G.E.S.A.-C.A.I. €. 3,00   /   Socio C.A.I. €. 4,00                                                                                          NB: VISTO L’IMPEGNO FISICO E LE DIFFICOLTA’ TECNICHE non                                                                            verranno accettate iscrizioni ai non Soci C.A.I.

Ritrovo/partenza: via G.Quarenghi ang. via E.Kant dove c’è la chiesa Regina Pacis ore 6,30

La gita si effettuerà con auto proprie; ciascun passeggero dividerà le spese A/R con il proprio autista.

 

2° Opzione :                     TRAVERSATA BASSA GRIGNA                                                                          NB. in base alle condizioni di innevamento e/o meteo la gita potrebbe subire variazioni di programma

La Traversata Bassa della GRIGNA è un bellissimo percorso che unisce i Piani dei Resinelli con il Pialeral, quindi si passa dalla Grigna Meridionale (Grignetta) a quella Settentrionale (Grignone), su un bellissimo sentiero che con continui sali e scendi sempre a quote abbastanza alte ci si porta al Pialeral.

Accesso: Da lecco salire a Ballabio (Valsassina) e da qui ai Piani dei Resinelli (1278m.) dove andremo a parcheggiare nel grande piazzale/parcheggio.

Itinerario: Lasciate le macchine nell’ampio parcheggio, imboccheremo la strada asfaltata (passando davanti al bar/panificio Forno della Grigna) che porta al Rifugio Soldanella e successivamente all’azienda agricola Pian delle Fontane.

In prossimità del laghetto, (posto poco prima dell’agriturismo) un cartello indica il percorso da seguire che si inoltra in fitto e colorato bosco.   Il sentiero poi si fà ora più roccioso e attraversa una larga zona detritica denominata ‘Il Gerone’.   Dopo 1 ora di cammino, raggiungiamo il fondovalle dove scorre il torrente Pioverna.

Si attraversa il fiume e si prende a destra in salita, allontanandosi dal fiume, si attraversa un bel bosco e si perviene ad un grande prato con due baite: il sentiero ‘tende’ a perdersi, ma risalendo il prato fino in cima (non lasciarsi tentare da tracce che si staccano verso la metà) lo si ritrova ben marcato ed in breve si perviene ad incontrare il sentiero n.31 che sale da Basilio, seguendo il quale in leggera salita raggiungiamo le baite del Pialeral e il Rifugio.

Ritorno: Stesso percorso dell’andata.

Partenza: Piani dei Resinelli    Arrivo: Rifugio Antonietta al Pialeral

Dislivello: +360m. (salita)   -268m. (discesa)

Tempi di percorrenza: h. 2,30 > 3,00 solo andata e in base alle condizioni di innevamento

Difficoltà: E > Escursionistica       Attrezzatura: Ciaspole (facoltativo)

Abbigliamento: Adeguato alla gita e stagione.

Iscrizioni: Presso la sede G.E.S.A.-C.A.I. in via E.Kant n.8 -20151 Milano, il Giovedì sera dalle ore                                    21,00 alle ore 22,30 o in alternativa per SMS al n. 339.4898386 >Umberto                                                          Termine iscrizioni entro le ore 22,30 il Giovedì precedente alla gita.

Quote di partecipazione: Socio G.E.S.A.-C.A.I. €. 3,00   /   Socio C.A.I. €. 4,00  / Non Socio                                                                        C.A.I.  €. 5,00 + €. 9,00 *   (* Assicurazione Soccorso Alpino e Infortunio)

Ritrovo/partenza: via G.Quarenghi ang. via E.Kant dove c’è la chiesa Regina Pacis ore 7,00

La gita si effettuerà con auto proprie; ciascun passeggero dividerà le spese A/R con il proprio autista.

Il G.E.S.A.-C.A.I si riserva la facoltà di modificare itinerari ed orari -a suo insindacabile giudizio ed anche in corso di gita- ove particolari circostanza lo rendessero opportuno.

Il G.E.S.A.-C.A.I. DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ PER IL CASO DI INCIDENTI AI PARTECIPANTI

Comments are closed.