22-23 Ottobre 2022 > Traversata Pizzo del DIAVOLO di TENDA 2914m. e DIAVOLINO 2810m. (ALPINISMO) 23 Ottobre 2022 > Pizzo AGA 2720m. (ESCURSIONISMO)

NB: Gita da confermare in base alle previsioni meteo e all’eventuale innevamento

La conferma gita/uscita verrà comunicata per SMS/WhatsApp ai partecipanti iscritti

Il Pizzo del Diavolo, denominato ‘Il Cervino della bergamasca’ per l’eleganza delle sue forme, è una delle montagne più famose e rappresentative delle Alpi Orobie.

Il Pizzo del Diavolo con i suoi 2914 m di altezza e’ la vetta piu’ alta della Valle Brembana, da qui nasce il Fiume Brembo.

Diavolo e Diavolino sono di forma caratteristica piramidale, la salita e’ consigliata a escursionisti esperti per il sua pendenza nell’ultimo tratto, dalla Bocchetta di Podavit alla vetta, dove si fatica nella ripida pietraia.

ACCESSO STRADALE: Autostrada A4 > uscita BERGAMO

Da Bergamo si risale la val Brembana lungo la SS470 e deviate per la SP2 Strada Provinciale che conduce a Branzi e Carona.  Giunti a Carona (BG) 1110mt., raggiungere il Cimitero, girare a sinistra per via Locatelli che, dopo un tornante, prosegue diritto sino al Bar Stella Alpina (Via Locatelli 9), dove acquistare il Gratta e Sosta” giornaliero che per 2,00 €, consentirà di parcheggiare l’auto in prossimità dell’imbocco dei sentieri.

Descrizione della salita (sintetico) :

Dal paese di Carona (1110mt.) si imbocca la mulattiera (segnavia n. 210), si transita in frazione Pagliari (un gruppetto di 4 baite) e proseguendo si giunge alla cascata della Val Sambuzza.

Non lasciamo mai la strada, in gran parte sterrata fino alla località Lago del prato (1.634 mt.). Da qui, usciti dal bosco, prendendo a sinistra prima del ponticello, si prosegue sulla strada forestale (sentiero 224) che porta ad altitudini maggiori, dapprima con qualche tornante e poi con percorso a mezzacosta.

Risaliamo così la valle del monte Sasso e ci portiamo al Rifugio Longo (2.026 mt.).

Pernottamento al rifugio LONGO (Portare la tessere C.A.I.)

QUOTA PERNOTTAMENTO 1/2 PENSIONE: da €.45,00 a €.55,00

Si riparte verso il Lago del Diavolo. Attraversata l’omonima diga, si prosegue sino al Passo Selletta (2372 mt. sentiero n. 246).  Attraversare poi tutta la conca a mezza costa fino al passo di Valsecca (2496 mt. sent. n. 248 e 225).
Dal passo si sale la cresta su facile terreno con esile traccia fino a raggiungere il cippo in memoria del dott. Gregis. Da quì comincia la cresta vera e propria che con un’arrampicata di massimo II porta in breve alla vetta del Diavolino.

Da quì inizia la parte più delicata poiché la roccia non dà troppa sicurezza (i passaggi non arrivano mai al III grado) fino a giungere alla forcella del Diavolino.
Ora si sale su roccia migliore rimanendo sempre sul filo di cresta, dove ci si diverte con tratti facili di arrampicata. In circa 1 ora dal Diavolino si raggiunge la vetta del Diavolo di Tenda dove si gode un superbo panorama.

Discesa: Per la normale al P.zzo del Diavolo

Dislivello di salita: Solo salita da Carona / Rif. Longo > 916m.

Rif.Longo / DIAVOLO > 880m.

Difficoltà alpinistica: F, grado II+

ATTREZZATURA: Casco, Corda per sicurezza, ramponi in caso di innevamento

Tempo di salita: h. 4,00 /5,30

Abbigliamento: Adeguato alla gita e stagione

Ritrovo/Partenza del 22 Ottobre: via G.Quarenghi ang.via E.Kant dove c’è la chiesa Regina Pacis ore: DA STABILIRE

—————

Per chi non volesse effettuare l’uscita del 22/23, si propone “tappa/meta intermedia” escursionistica al Pizzo Aga.

23 Ottobre 2022 > Pizzo AGA 2720m. (E >ESCURSIONISMO + EE >Escursionisti Esperti)

La Cima Aga è posta sulla verticale dal Lago del Diavolo posto all’inizio della valle del Monte Sasso in alta Val Brembana. Dalla vetta il panorama è molto ampio e spazia sui monti dell’alta Val Brembana e su quelli della Val Seriana; se la giornata è limpida si possono vedere il gruppo del Monte Rosa e le Alpi Retiche. Lungo il tratto finale è facile incontrare molti animali quali stambecchi e l’aquila.

Descrizione della salita (sintetico) :

Fino al Rifugio Longo (2026 mt.) si segue la strada sterrata senza difficoltà; è possibile prendere la deviazione che porta al rifugio passando per il Baitone del CAI di Sesto San Giovanni.

Dal Rif. Longo seguire le indicazioni che portano al Lago del Diavolo.

Dal lago, girare a sinistra seguendo le indicazione per il passo Cigola a cui si arriva tramite una facile mulattiera.

Al passo si gira a destra verso la visibile vetta che si raggiunge seguendo i bolli. Si risale il ghiaione sede, una volta, di un ghiacciaio (possibilità incontrare neve e ghiaccio fino a stagione inoltrata) fino alla stretta cresta che in pochi minuti ci porta alla vetta dove è posta la Madonnina.

Discesa: Come per la salita.

Dislivello di salita:  Solo salita Carona / Rif. Longo > 916m.

Rif.Longo / Pizzo AGA > 694m.

Tempo di salita: h 4,30 Tempo di discesa: h.3,30

Difficoltà: E (Escursionistico fino al Rif. LONGO e Passo di Cigola)

EE (Escursionisti Esperti fino dal Passo di Cigola alla vetta in salita e discesa)

ATTREZZATURA: Ramponi in caso di innevamento

Abbigliamento: Adeguato alla gita e stagione

Ritrovo/Partenza del 23 Ottobre: via G.Quarenghi ang.via E.Kant dove c’è la chiesa Regina Pacis ore: DA STABILIRE

ISCRIZIONI:

Presso la Sede G.E.S.A.-C.A.I. via E. Kant n.8 – 20151 Milano

SMS / WhatsApp: al 3493693972 > referente gita JANEZ

e.mail: infogesacai@gmail.com

CHIUSURA ISCRIZIONI > IL GIOVEDI’ PRECEDENTE LA GITA/USCITA

NB. Nell’adesione iscrizione/partecipazione, si prega di comunicare la preferenza gita/uscita

QUOTA di PARTECIPAZIONE:

Soci G.E.S.A.-C.A.I. €. 3,00 # Soci C.A.I. €. 4,00 # Non Soci C.A.I. €. 5,00 + €.12,00*

*(Copertura Assicurazione Infortunistica e Soccorso Alpino)

Attivazione copertura: Comunicare dati fiscali entro il giovedì precedente la gita/uscita = Nominativo – data di nascita – indirizzo – cod. Fiscale – e-mail – telefono

La gita si effettuerà con auto proprie; ciascun passeggero dividerà le spese A/R con il proprio autista

Il G.E.S.A.-C.A.I. si riserva la facoltà di modificare itinerari ed orari -a suo insindacabile giudizio ed anche in corso di gita- ove particolari circostanze lo rendessero opportuno.

Il G.E.S.A.-C.A.I DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ PER IL CASO DI INCIDENTI AI PARTECIPANTI

No comments yet.

Lascia un commento