Pizzo di EMET 3200m. > 26 Settembre 2021

26-09-2021

Pizzo di EMET 3210m. (attività Sociale: aplinismo)

NB.: in base alle condizioni di innevamento e/o meteo le gite potrebbero subire variazioni di programma

Dopo il Pizzo Tambò è la cima più elevata della regione dello Spluga, offre quindi un panorama di prim’ordine, interessantissimo in tutte le direzioni.

AccessoPercorrendo la strada per il Passo dello Spluga, dopo aver superato la località Suretta, si passa di fianco al muraglione orientale della diga del Lago di Monte Spluga e si prosegue in piano per circa 500 metri, fino ad incontrare alcune case ed una stradina sterrata che si stacca sulla destra. In loco sono presenti dei cartelli che indicano Lago di Émet e Rifugio Bertacchi. Si imbocca quindi questa sterrata e si parcheggia dopo 30 metri, in uno spiazzo.

Descrizione della salitaSi prosegue lungo la strada, tagliando qualche tornante, fino alla dorsale erbosa degli Andossi (2015m) dove la sterrata gira a sinistra per una cava. Si prende a DX, -cartello Rif. Bertacchi -, un sentiero che traversa la testata della valle dell’ Acqua Grande (tratto roccioso esposto, attrezzato con catena) e raggiungere il dosso erboso con il rifugio.

Prima del rifugio, in prossimità di una casa rosa (2170m), si prende a SX e si segue il sentiero che porta al Passo di Emet, proseguendo verso Est si vede il lago di Emet e quindi si perviene al passo omonimo (2294m). Si segue l’indicazione con cartello e con scritta su un masso per il Pizzo di Emet e la Val Sterla, si sale verso Est-Sud-Est e si perviene ad un dosso erboso (2493m).

Si seguono i segnavia e si raggiunge la cresta Ovest; si lasciano le indicazioni per la Val Sterla e si sale seguendo gli ometti, si percorrono tratti di facile arrampicata e alcuni passaggi die II° grado con punti anche esposti. Appena prima della vetta si supera un intaglio in cui la salita si arrampica, mentre in discesa “forse” è più semplice saltare, è comunque utile portare qualche metro di corda. Dopo l’intaglio si procede fino alla vetta.

Discesa: si segue a ritroso il medesimo percorso di salita

PUNTO DI PARTENZA:  Lago di Monte Spluga, località Suretta (q. 1906 m)

PUNTI DI APPOGGIO: Rifugio Bertacchi (q. 2172 m)

DIFFICOLTA’: EE; F la parte finale della cresta

DISLIVELLO: 1300 m. TEMPISTICA: 4,15h. la salita; 3,00h. la discesa

ATTREZZATURA: Materiale da alpinismo: scarponi da montagna, si consiglia in caso di necessità qualche metro di corda , *ramponi e piccozza.

* (in base alle condizioni d’innevamento)

ABBIGLIAMENTO: Adeguato gita e stagione

ISCRIZIONI: Presso la Sede G.E.S.A.-C.A.I. in Via E.KANT n.8 -20151- Milano

Apertura il Giovedì sera dalle ore 21,00 alle ore 23,00

SMS: Umberto 3394898386 # Guido 3391296657 # Chiara 3382920938

e.mail: infogesacai@gmail.com

QUOTE ISCRIZIONI: Soci G.E.S.A.-C.A.I. —–> €. 3,00

                                Soci C.A.I. —————-> €. 4,00

                                       Non Soci C.A.I. ———> €. 5,00 + €.12,00*

*(Attivazione copertura Assicurazione Infortunistica e Soccorso Alpino)

RITROVO > 26 Settembre 2021 via G.Quarenghi ang.via E.Kant (dove c’è la chiesa Regina Pacis)

ORARIO PARTENZA : DA DEFINIRE

Il G.E.S.A. – C.A.I. si riserva la facoltà di modificare itinerari ed orari – a suo insindacabile giudizio ed anche in corso di gita – ove particolari circostanze lo rendessero opportuno.

La gita si effettuerà con auto proprie; ciascun passeggero dividerà le spese A/R con il proprio autista

Il G.E.S.A.-C.A.I DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ PER IL CASO DI INCIDENTI AI PARTECIPANTI

No comments yet.

Lascia un commento