8 Marzo 2020 > ENTRELOR 3430m. (Scialpinismo) # Alpe SORBELLA 1636m. > Punta SCALACCIA 2034m. (Escursionismo CIASPOLE)

Premessa: Domenica 8 Marzo 2020 vengono proposte due uscite/gite in Attività Sociale con categoria SCIALPINISMO ed ESCURSIONISMO CIASPOLE…il Socio dovrà comunicare a quale uscita/gita proposta opterà all’atto dell’iscrizione.

08 Marzo 2020

ENTRELOR 3430m. >Attività Sociale: SCIALPINISMO

NB.: in base alle condizioni di innevamento e/o meteo le gite potrebbero subire variazioni di programma

La via normale di salita alla vetta parte dal centro del capoluogo (Bruil) di Rhêmes-Notre-Dame, risale il sentiero della Alta via n°2 verso il Col de l’Entrelor, ma lo abbandona presso l’alpeggio di Plan-des-Feyes, dove si risalgono le morene che conducono al ghiacciaio e quindi alla cima. Questo percorso è particolarmente frequentato in inverno e in primavera dagli scialpinisti quando la copertura nevosa favorisce la progressione sulle morene ghiaiose.

Accesso:Da Aosta si segue la strada per Courmayeur; oltrepassata l’entrata per la valle di Cogne si continua per la statale fino allo svincolo per le valli di Rhémes e Valsavaranche. Lo si imbocca e poco dopo, ad un bivio,si và a destra direzione val di Rhémes. Giunti a Rhémes N.D., alla frazione Bruil si parcheggia l’auto.

Itinerario (sintetico):  Dal parcheggio in centro a Bruil si oltrepassa il torrente su di un ponte e si segue tutta la mulattiera che sale nel bosco. Giunti ad un bivio si continua a destra puntando verso l’evidente croce già visibile dal basso; appena fuori dal bosco il terreno diventa più pianeggiante e si inoltra dentro al vallone d’Entrelor.
Subito si passa vicino all’Alpe Entrelor, poi si risale l’ampio vallone al centro-destra.
Al diminuire della pendenza si prosegue per un valloncello verso sinistra e lo si segue sbucando verso un colletto sulla sinistra (punto ove la pendenza è minore). Appena fuori si continua diritti verso la cima Percià (di fronte) e si risale il ripido pendio alla sua destra che ci porta sotto la nostra punta, dove è ancora presente un piccolo ghiacciaio.
A questo punto, l’itinerario più percorso piega a sinistra per raggiungere la cresta e l’anticima.
Con buone condizioni di sicurezza e con l’obbiettivo di raggiungere la ‘vera’ vetta si prosegue per un tratto ripido che raggiunge il colletto fra cima (a dx) a anticima (a sx). In breve a dx si giunge in cima.

Note tecniche:  Cima d’Entrelor, l’obbiettivo raggiunto nella maggioranza dei casi è l’antecima. Infatti per maggior sciabilità e per la frequente incertezza sulle condizioni del pendio finale, a quota 3300 m circa si traversa a sx e si raggiunge la cresta NE e l’anticima della Cima d’Entrelor 3397 m.

DIFFICOLTA’:  BS (Buoni Sciatori) DISLIVELLO: 1707 m.

TEMPISTICA: h.3,30/4,00 (solo salita e in base alle condizioni d’innevamento)       

ATTREZZATURA: SCIALPINISMO + accessori

ABBIGLIAMENTO: Adeguato gita e stagione

RITOVO/PARTENZA: via G.Quarenghi ang. via E.Kant dove c’è la chiesa Regina Pacis ore 6,00

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Alpe SORBELLA 1636m. > Punta SCALACCIA 2034m. (Val Sorba)

>Attività Sociale: ESCURSIONISMO/CIASPOLE

NB.: in base alle condizioni di innevamento e/o meteo le gite potrebbero subire variazioni di programma

La Val Sorba è chiamata anche anche “Valle dei Tremendi”, appellativo degli abitanti del posto che rende l’idea del carattere forte delle genti che vivono in territori aspri come questo. Il capoluogo è Rassa, piccolo borgo che d’inverno non vede il sole situato sulla confluenza dei torrenti Sorba e Gronda che scendono dalle rispettive valli.

Accesso:  Percorrere la A 26, fino al casello di Romagnano/Ghemme. quindi SS299 per Alagna; arrivati a Quare, si abbandona la statale, si piega a sinistra e, valicato il ponte sul fiume Sesia,  si risale la carrozzabile della Val Sorba arrivando dopo circa 4 Km. a Rassa.

Itinerario (sintetico):  Dal paese di Rassa si imbocca la valle Sorba, al bivio con la sterrata che sale ci si tiene a sx in piano (indicazioni per “Ristorante Heidi”), si prosegue lungo il sentiero estivo fino ad arrivare prima all’Alpe Sorba (q. 1150) e poi al ponte di Prabella (q. 1180), si attraversa e si risale un bosco di faggi tenendosi a sx di un canalone valanghivo seguendo il tracciato del sentiero che sale con molti tornanti. Sbucati dal bosco si arriva all’alpe Sorbella, si prosegue puntando all’evidente bocchetta dei Fornei, prima di un canale che porta alla bocchetta si devia progressivamente a sx per aggirare la spalla N della punta Scalaccia.
Si entra nella conca tra il Testone Tre Alpi e la Punta Scalaccia, si seguono i dossi che portano sulla cresta SE e poi facilmente in vetta.

DIFFICOLTA’: MR (Medi Racchettatori)

DISLIVELLO: 1113 m.

TEMPISTICA: h.3,30 (solo salita e in base alle condizioni d’innevamento)

ATTREZZATURA: Ciaspole

ABBIGLIAMENTO: Adeguato gita e stagione

RITOVO/PARTENZA: via G.Quarenghi ang. via E.Kant dove c’è la chiesa Regina Pacis ore 6,30

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

ISCRIZIONI: Presso la sede G.E.S.A.-C.A.I. in Via E.KANT n.8 -20151- Milano il Giovedì sera dalle ore 21,00 alle ore 23,00.

SMS: 339.4898386 Umberto # 338.2920938 Chiara # 339.1296657 Guido

e.mail: infogesacai@gmail.com

Le iscrizioni si chiudono entro le h. 22,00 del Giovedì precedente la gita o della data prefissata.

QUOTE/Partecipazione:

Soci G.E.S.A.-C.A.I. = €.3,00

Soci C.A.I. = €.4,00

Non Soci C.A.I. = €.5,00 + €.9,00*   *(Attivazione copertura Assicurazione Infortunistica + Soccorso Alpino)

La gita si effettuerà con auto proprie; ciascun passeggero dividerà le spese A/R con il proprio autista

Il G.E.S.A.-C.A.I DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ PER IL CASO DI INCIDENTI AI PARTECIPANTI

 

 

 

 

No comments yet.

Lascia un commento