PIZZO del DIAVOLO di MALGINA # 15 Luglio 2018

15 Luglio 2018 

PIZZO del DIAVOLO di MALGINA 2926m. 

Il Pizzo del Diavolo di Malgina è così chiamato per differenziare dall’omonimo pizzo del Diavolo che si trova in Val Brembana ed è la montagna più alta nella cerchia del Rif. Curò.   Il sentiero per la salita è ben segnalato fino al Lago della Malgina, dopo si seguono rari bolli rossi e omini (sconsigliabile con nebbia)   

ACCESSO: Da Bergamo prendere la statale della Val Seriana fino a Ponte Nossa, quindi si prende la provinciale della Val Bondione e oltrepassato il paese si può parcheggiare in località Grumetti (975m), quindi si segue il sentiero per il Rif. Curò con segnavia CAI-305   

DESCRIZIONE SALITA: Parcheggiata l’auto si prende il sentierino che sale ripido fino ad incontrare la gippabile che sale dal paese, si prosegue su tale sentiero per circa 1 ora e ad una curva con segnaletica sulla sinistra su di una pietra “sentiero ripido” lo si segue, oppure seguire sempre il comodo sentiero panoramico (la deviazione citata consente di risparmiare circa 20 minuti).   Pervenuti al Rif. Curò si prosegue sempre sulla mulattiera del sentiero n.308 che porta al lago naturale, superato il torrente su un ponte di cemento a sinistra (indicazione Val Maligna o Lago della Maligna n.310 su un masso) si sale costeggiando il torrente Maligna che si attraversa un paio di volte così da giungere al Lago della Malgina (2339m).   Qui si seguono a sinistra le indicazioni e i rari bolli, si risale una pietraia attraversando eventuali piccoli nevai senza difficoltà.   Si segue sempre l’esile traccia fino a raggiungere ad una selletta, quindi con una diagonale su dossi erbosi e sfasciumi si giunge ad un grazioso laghetto (quasi sempre coperto di neve) Lago Alto di Malgina (2520m); si continua sempre seguendo gli omini fino a giungere al Passo di Malgina (2621m).   Ora si sale il monte aggirando asinistra e seguendo la cresta est, facendo attenzione agli sparuti bolli e tracce di sentiero.   Aiutandosi in qualche caso con le mani si perviene alla cima dove è posta una croce e una campana.   

DISCESA: Come per la salita  

DISLIVELLO: 1950m. +/- (solo salita)  

TEMPISTICA: ore 4,40/5,00 (solo salita)  

DIFFICOLTA’:  EE/A  

ATTREZZATURA: Piccozza – Ramponi (in caso di residui innevamenti)   

ABBIGLIAMENTO: Adeguato alla gita e stagione 

RITROVO e PARTENZA: via G.Quarenghi ang. via E.Kant dove c’è la chiesa Regina Pacis ore 7,00   

ISCRIZIONI: Presso la Sede G.E.S.A.-C.A.I. in via E.Kant n.8-20151 Milano, il giovedì sera dalle ore 21,00 alle ore 23,00 o in alternativa per SMS al n. 339 4898386 Umberto  #  338 2920938 Chiara 

QUOTA ISCRIZIONI: Soci G.E.S.A.-C.A.I. €. 3,00  #  Soci C.A.I. €. 4,00  La gita si effettuerà con ayto proprie; ciascun passeggero dividerà le spese A/R con il proprio autista.   

Il G.E.S.A.-C.A.I. si riserva la facoltà di modificare itinerari ed orari -a suo insindacabile giudizio ed anche in corso di gita- ove particolari circostanze lo rendessero opportuno.

IL G.E.S.A.-C.A.I. DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ PER IL CASO DI INCIDENTI AI PARTECIPANTI 

Comments are closed.